martedì, 23 gennaio 2018

  • it
  • en
Siete qui:

Nanotecnologie News

News & Eventi

17 aprile 2015

Nanotecnologie per la Difesa

Illustrata l’eccellenza della ricerca di Veneto Nanotech a 60 alti ufficiali italiani e stranieri

Visita Ufficiali Alta Difesa
Nell'immagine un momento della visita ai laboratori da parte della delegazione
(Venezia, 16 aprile 2015) – L’Istituto Alti Studi per la Difesa, il più alto Istituto di formazione interforze della Difesa italiana, ha visitato oggi Nanofab, laboratorio di Veneto Nanotech, in occasione del viaggio d’istruzione in nord Italia organizzato nell’ambito della 66° sessione del corso frequentato da alti ufficiali italiani e stranieri. Il viaggio ha l’obiettivo di illustrare ai partecipanti alcuni esempi di eccellenza del “sistema Italia”. Hanno preceduto la visita in Veneto Nanotech quelle dei giorni scorsi in Fincantieri, a Sestri Levante, e in Beretta, a Gardone Val Trompia.

Questa mattina Veneto Nanotech ha presentato le proprie ricerche e il laboratorio Nanofab ai 60 ufficiali provenienti sia da Paesi NATO che da Paesi partner della NATO, dall’Africa settentrionale e subsahariana, dal Sudamerica, dal Vicino e dall’Estremo oriente con una presentazione tenuta dal Direttore Scientifico e dai responsabili di laboratorio cui è seguita una approfondita visita alla Facility e agli strumenti e unità tecnologiche presenti nel sito di Marghera.

Con l’occasione è stato spiegato come grazie alle nanotecnologie, si possono sviluppare nuovi materiali dalle migliorate qualità e prestazioni, ma anche come specifiche ricerche compiute da Veneto Nanotech possono avere interessanti ricadute in ambito militare e per la difesa.

Sono stati portati ad esempio: lo sviluppo di nuovi materiali isolanti e attività mirate di repairing su componenti metalliche che possono giocare un ruolo essenziale in ambito aerospaziale migliorando performance e prestazioni; la nutraceutica e lo sviluppo di nuovi sistemi metabolici in vitro che possono prevenire alcune patologie e/o migliorare lo stato di salute dei militari spesso costretti a lavorare in condizioni di lavoro estreme o particolarmente debilitanti; infine i dispositivi sensoristici basati su nanotecnologia plasmonica industriale che possono essere applicati per il rilevamento degli esplosivi sia in territori di guerra ma anche in ambiti civili.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Direttore dello IASD, Gen. D. (GdF) Walter Cretella Lombardo che ha evidenziato “la straordinaria importanza delle attività di Veneto Nanotech anche per il settore della difesa e quanto sia elevato il senso di orgoglio che anche le FF.AA. italiane possono esprimere nel presentare ai colleghi dei Paesi alleati ed amici, tale livello qualitativo di eccellenze nel settore dello sviluppo delle tecnologie.”

Il Direttore Scientifico di Veneto Nanotech, Diego Basset ha confermato “la disponibilità a lavorare su attività di Ricerca & Sviluppo per temi di forte interesse per il settore della difesa e della sicurezza”. Nei nostri laboratori – ha proseguito Basset – abbiamo le competenze e le capacità necessarie per sviluppare progetti di questo tipo. A conferma di ciò i numerosi progetti internazionali avviati anche recentissimamente”

Progetto Cofinanziato da:

Unione Europea

Repubblica Italiana

Regione Veneto

©2010-2016 Veneto Nanotech ScpA in liq.
SEDE LEGALE: Piazza Salvemini, 13 I-35131 Padova - Italy
SEDE AMMINISTRATIVA: c/o CNR, Corso Stati Uniti, 4 I-35127 Padova - Italy
Tel. +39 331 7413295
C.F., n.ro iscrizione Reg. Imprese e P.IVA 03845260284

E-mail: info@venetonanotech.it