martedì, 17 luglio 2018

  • it
  • en
Siete qui:

Nanotecnologie News

News & Eventi

3 marzo 2015

Un tetto olimpionico.
Anche MAS tra i magnifici 15 in corsa per le Olimpiadi di Tokyo 2020

(Treviso, 3 marzo 2015) - Ad un anno dalla scelta di Tokyo come sede delle Olimpiadi 2020, mentre vengono definiti i piani per la costruzione dei siti olimpici, hanno preso il via numerosi progetti di riqualificazione urbana. Nella baia di Tokyo, dove si concentreranno parte dei siti delle gare e il Villaggio Olimpico, prosegue il boom delle costruzioni di strutture commerciali e grattacieli residenziali.

Numeroso sono le iniziative per far conoscere il Made in Italy e l’eccellenza italiana nel settore dell’edilizia con l’obiettivo di portare a casa commesse e forniture. Tra queste il workshop realizzato dall’Agenzia ICE per la presentazione in Giappone dei prodotti e delle tecnologie italiane più all'avanguardia nel settore delle costruzioni che si svolgerà il 10 aprile 2015 e che prevede anche lo svolgimento di incontri bilaterali con gli operatori giapponesi. La selezione delle "magnifiche 15" finaliste partecipanti tra le numerose candidature pervenute, è stata effettuata di concerto con il Material ConneXion, con particolare attenzione alla richiesta del mercato locale, ai materiali innovativi, alla praticità d'uso, alla sicurezza e all'uso di energia pulita.

Il tetto modulare proposto da MAS, è stato valutato con molto interesse poiché promette di rivoluzionare non solo il settore edile, ma anche quello delle energie alternative, tema molto “sentito” in Giappone.

L’idea di base è quella, semplicissima, del “tutto in uno”: infatti in questo modo si costruiscono coperture (per tetti, pensiline, tettoie, anche ad uso industriale) usando pannelli modulari facilmente montabili di dimensioni fisse (181 x 100 x 20 cm) – proprio come i “Lego”, i leggendari mattoncini danesi abbattendo così drasticamente i costi di installazione e manutenzione in una logica di just in time nelle coperture. Il tetto di MAS è antisismico, isolante, autoportante, riciclabile e funge direttamente da tetto. Non solo: questa particolare copertura componibile è anche pannello fotovoltaico e solare termico. Con un solo prodotto, quindi, si può costruire un tetto isolante e antisismico e, allo stesso tempo, a sfruttare appieno il nuovo Conto Termico, con grandi vantaggi economici e ambientali.

Il workshop a cui MAS prenderà parte è realizzato in collaborazione con il Centro espositivo Material ConneXion Tokyo*, situato nel centro della città, specializzato nella divulgazione delle novità nel campo dell’edilizia ai propri iscritti, oltre 36.000 operatori del settore quali architetti, designer, developer, imprese di costruzioni, importatori, distributori, agenzie immobiliari.

Sempre presso il Material ConneXion, oltre al workshop, durante quasi tutto il mese di aprile, sarà organizzata anche una Esposizione Temporanea in cui le aziende partecipanti avranno modo di esporre delle piccole campionature e/o materiale informativo delle aziende partecipanti.

I dati del 1° semestre 2014 confermano che i materiali italiani per l'edilizia in Giappone sono apprezzati per l'elevata qualità, nonostante la concorrenza asiatica. L'ltalia, con una quota di mercato del 30,8%, mantiene la seconda posizione dopo la Cina, prima tra i fornitori europei, per le importazioni di materiali edili, quali le pietre naturali (+34,8% sul primo semestre 2013). Anche nel settore delle piastrelle mantiene ii secondo posto, con un quota di mercato del 20,1% per le piastrelle di ceramica smaltate e/o decorate (+31,8%) e del 19,9% per le piastrelle di ceramica non smaltate, in leggero calo (-7,2%) rispetto al 2013.

“Siamo molto fieri di questo risultato – commenta l’ing. Renzo Taffarello, responsabile dello sviluppo internazionale di MAS. Abbiamo scommesso sul Giappone fin dagli inizi della storia di Mas, ovvero dal 2012, e questo traguardo ci conferma ancora una volta che avevamo visto giusto. Essere stati ammessi a presentarci al gotha dell’industria edile giapponese è per noi motivo di vanto e di grande soddisfazione”.

“Veneto Nanotech detiene una piccola quota in MAS – spiega l’ing Basset, direttore scientifico di Veneto Nanotech e quindi membro del CdA della società - e siamo molto contenti di aver voluto investire in questa startup che abbiamo conosciuto grazie a Nanochallenge, una business plan competition internazionale che abbiamo organizzato fino al 2012 per sostenere la creazione d’imprese altamente tecnologiche”.

“I contatti e le manifestazioni di interesse di grandi gruppi industriali – conclude Mario Damo, co-fondatore della società - sono di altissimo livello e ci fanno ben pensare per il destino della nostra azienda”.

* Il Centro Material ConneXion è il più grande centro internazionale di consulenza sui materiali innovativi e sostenibili con sede a New York, Tokyo, Milano, Bangkok, Colonia, Daegu, Istanbul, e Skövde. Material ConneXion offre la più grande library di materiali innovativi e sostenibili e promuove la creazione di contatti tra i produttori e i potenziali utilizzatori, supportandoli nella ricerca di soluzioni per i loro progetti.

Ufficio Stampa Veneto Nanotech
via S. Crispino, 106
35129 Padova
tel: +39 049 7705500 - fax: +39 049 7705555
Mobile: +39 335 7253927
info@venetonanotech.it

Progetto Cofinanziato da:

Unione Europea

Repubblica Italiana

Regione Veneto

©2010-2016 Veneto Nanotech ScpA in liq.
SEDE LEGALE: Piazza Salvemini, 13 I-35131 Padova - Italy
SEDE AMMINISTRATIVA: c/o CNR, Corso Stati Uniti, 4 I-35127 Padova - Italy
Tel. +39 331 7413295
C.F., n.ro iscrizione Reg. Imprese e P.IVA 03845260284

E-mail: info@venetonanotech.it