mercoledì, 18 luglio 2018

  • it
  • en
Siete qui:

Nanotecnologie News

News & Eventi

5 novembre 2014

NanotechItaly2014: Due premi per la scienza

Due i premi consegnati in occasione della conferenza internazionale sulle nanotecnologie in programma a Venezia dal 26 al 28 novembre.

(Venezia, 10 novembre) - Anche quest’anno NanotechItaly vedrà la consegna di due importanti premi per la ricerca. Si tratta di due riconoscimenti che verranno attribuiti a due ricercatori che si saranno particolarmente distinti per i loro meriti scientifici.

Il primo, il Premio Nazionale NEST per la Nanoscienza anno - 2013, sarà consegnato in occasione dei lavori di apertura del Convegno, mercoledì 26 novembre, alla presenza del Direttore della Scuola Normale prof. Fabio Beltram, ad un giovane ricercatore (fino a 35 anni) che al 14 dicembre 2013 abbia pubblicato su una rivista scientifica internazionale, tra il 1 gennaio 2012 e il 30 novembre 2013, come unico o primo autore, uno studio nell’ambito della Nanoscienza sperimentale. La condizione fondamentale è che lo studio proposto sia stato interamente realizzato in Italia. All’edizione 2013 hanno partecipato 25 ricercatori di diversa nazionalità.

Il Premio, che ammonta a 5.000 euro lordi, sarà erogato al vincitore direttamente dalla Ditta Rivoira SpA, promotrice dell’iniziativa. Quest’anno verrà assegnata anche una menzione speciale del Premio Nanoscienza ad un lavoro di ricerca sperimentale “per le sue peculiarità nell’ambito della nanoscienza”.

Il secondo premio, invece, consegnato all’autore del miglior poster della sessione “Salute”, è dedicato alla “Memoria di Giovanna Cadini”, giovane collaboratrice di Veneto Nanotech che non è riuscita a sconfiggere il tremendo male che l’ha portata via all’età di 33 anni.

Nell'edizione 2012, il premio è andato a Giorgio Speranza ricercatore senior della Fondazione Bruno Kessler di Trento, per un lavoro sulla possibilità di ridurre la resistenza alla chemioterapia per i pazienti, sintetizzando nanovettori per il rilascio controllato di farmaci e, nel 2013, da Rashmi Prabu dell’Indian Institute of Chemical Technology di Mumbai per un abstract sulla progettazione, sintesi e caratterizzazione di un nanovettore cationico per il trattamento del melanoma.

Quest’anno sono stati oltre 50 i contributi valutati. La consegna verrà fatta dal direttore generale di Veneto Nanotech, Nicola Trevisan, la mattina di giovedì 27 novembre, nell’ambito della sessione “Pharma and Medical Devices”.

Progetto Cofinanziato da:

Unione Europea

Repubblica Italiana

Regione Veneto

©2010-2016 Veneto Nanotech ScpA in liq.
SEDE LEGALE: Piazza Salvemini, 13 I-35131 Padova - Italy
SEDE AMMINISTRATIVA: c/o CNR, Corso Stati Uniti, 4 I-35127 Padova - Italy
Tel. +39 331 7413295
C.F., n.ro iscrizione Reg. Imprese e P.IVA 03845260284

E-mail: info@venetonanotech.it