lunedì, 23 aprile 2018

  • it
  • en
Siete qui:

Nanotecnologie News

News & Eventi

9 novembre 2014

Procedura innovativa per la preparazione di sistemi atti al trasporto di farmaci e biomolecole pubblicato su Journal of Nanomedicine & Nanotechnology

Affinché un farmaco possa esercitare la sua azione ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione, come la possibilità di attraversare le barriere biologiche e di raggiungere il sito bersaglio in quantità efficace. È quindi estremamente importante, per quella che viene definita farmacocinetica, l’utilizzo di una formulazione adeguata, ossia di un sistema che trasporti il farmaco sino al sito di azione. Una molecola molto efficace ma con una pessima farmacocinetica deve comunque poter raggiungere inalterata il sito di azione.
La ricerca di sistemi sempre più efficaci per il trasporto di molecole farmacologicamente attive è uno degli obiettivi della nanomedicina. Sistemi costituiti da micelle e liposomi si stanno rivelando utili per arrivare con sempre maggiore precisione e sicurezza al sito di azione, riducendo gli effetti collaterali dei farmaci. Modificando opportunamente il processo di preparazione di queste formulazioni è possibile preparare ad hoc sistemi di trasporto in scala nanometrica, ovvero nanocarrier. I liposomi di lecitina rivestiti con molecole di chitosano sono tra i nanocarrier più studiati per le loro ottime caratteristiche di biocompatibilità, biodegradazione e bioadesione. Una delle maggiori criticità nella formulazione di liposomi è la scarsa riproducibilità dei procedimenti ad oggi utilizzati e la necessità di migliorarne la stabilità.
Questo è stato l’obiettivo del lavoro dal titolo “Analysis of Operating Conditions Influencing the Morphology and In vitro Behaviour of Chitosan Coated Liposomes” pubblicato sulla rivista internazionale Journal of Nanomedicine & Nanotechnology* da ECSIN in collaborazione con il dipartimento di Biotecnologia e Scienze della Vita dell’Università degli Studi di Ferrara. In questo lavoro viene riportato un nuovo metodo di preparazione che porta all’ottenimento di liposomi di lecitina rivestiti con quantità crescenti di chitosano. Le analisi chimico-fisiche hanno rivelato che i nanocarrier ottenuti sono riproducibili e stabili nel tempo. Fondamentale è stato dimostrare la capacità dei nanocarrier di interagire con i sistemi biologici per poi valutarne gli effetti sulla sicurezza. A tale scopo sono stati utilizzati modelli in vitro di esposizione polmonare e intestinale al fine di valutare gli effetti a seguito di somministrazione inalatoria e orale. Il procedimento messo a punto ha quindi permesso di ottenere nanocarrier stabili, riproducibili, efficaci e sicuri, molto promettenti per il trasporto di farmaci e biomolecole.
*http://dx.doi.org/10.4172/2157-7439.1000211

Progetto Cofinanziato da:

Unione Europea

Repubblica Italiana

Regione Veneto

©2010-2016 Veneto Nanotech ScpA in liq.
SEDE LEGALE: Piazza Salvemini, 13 I-35131 Padova - Italy
SEDE AMMINISTRATIVA: c/o CNR, Corso Stati Uniti, 4 I-35127 Padova - Italy
Tel. +39 331 7413295
C.F., n.ro iscrizione Reg. Imprese e P.IVA 03845260284

E-mail: info@venetonanotech.it